ALBERONA / Il colosso Terna approda sui Monti Dauni

Una prima bozza del progetto è già sulla scrivania dei sindaci, in attesa di altri dettagli tecnici che già nei prossimi mesi, potrebbero dare inizio ai lavori. Si tratta di un nuovo e grande impianto di energia, che si prepara ad attraversare parte del versante nord dei Monti Dauni. Interesserà, nello specifico, i comuni di Biccari ed Alberona, oltre a Troia e Castelluccio Valmaggiore. Il gruppo “Terna”, grande operatore di reti per la trasmissione dell’energia, attraverso Terna Rete Italia gestisce in sicurezza la Rete di Trasmissione Nazionale con 72.900 km di linee in Alta tensione. L’azienda ha intenzione di costruire questo importante impianto, che prenderà il nome di “Troia – Alberona”, relativamente alle due stazioni che intende collegare. La necessità di questa grande opera deriva dal fatto che in questa parte dei Monti Dauni la rete esistente che trasporta energia elettrica è stata definita insufficiente. Per spiegare e condividere il progetto, portato all’attenzione del Ministro delle Infrastrutture, Terna ha deciso di avviare una prima campagna informativa con amministratori e cittadini. Proprio due settimane fa, infatti, presso il Comune di Alberona, si è tenuto un incontro informativo. La concretizzazione del progetto, però, necessita di molta attenzione e non è di facile attuazione. Va considerato, a tal proposito, che la costruzione di un simile elettrodotto dovrà evitare parti del territorio, come ad esempio le zone SIC e le zone a rischio idrogeologico. Verranno dunque studiati dei corridoi, in collaborazione con amministratori e cittadini dei comuni interessati. In data 21 Novembre, i quattro comuni si sono incontrati con i responsabili del colosso Terna presso la sede della Provincia di Foggia, concludendo un tavolo tecnico relativo alla fascia di attraversamento del tracciato dell’elettrodotto. Archiviata questa prima fase, nelle prossime settimane il gruppo Terna procederà al dialogo con le singole amministrazioni, anche in termini di ristoro ambientale. “E’ qualcosa di molto importante per i nostri territori – spiega il sindaco di Alberona Leonardo De MatthaeisLa speranza di noi amministratori, ma anche delle nostre comunità, è che i Monti Dauni non vengano utilizzati da queste aziende solo per produrre energia senza ricevere beneficio alcuno. Conosciamo la questione legata alle royalties sull’eolico, o agll’estrazione degli idrocarburi. Insisteremo affinchè ci siano vantaggi per questo territorio, e non per altri della Puglia, come già avvenuto. Saremo molto attenti a garantire ricadute positive, nel caso compagnie come Terna vogliano investire nei nostri comuni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *