ALBERONA / Il nome del borgo vola in trasferta nel principato di Monaco. Adesione ad un progetto rivolto alle “Bandiere Arancioni”

C’è anche il nome di Alberona tra i 50 comuni italiani appartenenti al circuito “Bandiera Arancione” che il prossimo 15 febbraio voleranno nel principato di Monaco, tra Liguria e Francia, per aver aderito ad un progetto promosso dal colosso “Inwit s.p.a.” che riguarda la realizzazione di grandi reti wireless per il potenziamento dei segnali nel centro abitato. L’esigenza è quella di erogare servizi di telefonia cellulare a banda larga per gli standard UMTS, LTE e futuro 5G per i principali operatori di telefonia mobile: Vodfafone, Tim, Wind/3 e Iliad.
La soluzione indivivduata è basata sulla tecnologia DAS (Distributed Antenna System) che consente di migliorare la copertura e la capacità dei servizi a banda larga wireless con distribuzione capillare, soprattutto nelle aree dove si assiste a periodico e importante aumento di presenze. Per

garanitre un servizio ottimale, sono state individuate delle posizioni all’interno delle aree obiettivo identificate in sede di sopralluogo come pun ti critici dal punto di vista di carenza di segnale e allo stesso tempo dell’affluenza di turisti: borgo e centro storico. A parlarne è il sindaco Leonardo De Matthaeis: “Venerdì prossimo sarò a Monaco insieme agli altri 50 comuni italiani che hanno aderito a questa iniziativa. Nel corso della giornata sarà illustrato l’intero progetto, alla presenza di sindaci e diversi ministri del Governo. In serata, poi, la cena di Gala con illustri rappresentanze. Si tratta di un progetto molto utile all’intero borgo, e soprattutto a costo zero per le nostre casse comunali, purtroppo ancora in rosso. Sarà inoltre un’occasione importante per portare il nome di Alberona oltre il confine italiano. Farsi conoscere ed esportare le qualità di questo borgo è per noi l’obiettivo fondamentale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *