BICCARI / L’arrivo dei Falchi attira curiosi dalla provincia

Doveva essere una semplice azione di allontanamento e contenimento dei piccioni nel centro abitato. Invece si sta rivelando l’ennesima sopresa del comune di Biccari. Chissà che i falchi non diventino uno dei simboli del paese. Per l’amministrazione guidata da Gianfilippo Mignogna, e per tutte le realtà associative del posto, ogni occasione è buona per creare marketing e pubblicità. Inutile ripetere quanto di buono fatto negli ultimi dieci anni.

Biccari ormai è sulla bocca di tutti, e questo non può essere solo un semplice caso. Lo dicono i tantissimi turisti giunti da diverse parti della provincia, della Regione e addirittura dell’Italia che hanno raggiunto il piccolo centro in divesi periodi dell’anno per visitare le bellezze dei luoghi, la qualità dei prodotti, il Lago Pescara e il Parco Avventura, oltre che per toccare con mano la virtuosità di un borgo divenuto in poco tempo comunità ospitale.
In paese si sperimentano sempre più ricette per stimolare turismo ed occupazione, attraverso la parola d’ordine del “valorizzare ciò che si ha”.
Vedere i falchi all’opera è davvero affascinante – dice il sindaco Gianfilippo MignognaNeanche noi all’inizio pensavamo che questi preziosi “amici” potessero destare tanto fascino ed attirare così tanta attenzione. Stiamo ricevendo telefonate da diverse zone della provincia e non solo, da parte di naturalisti o semplici curiosi, che hanno il desiderio di vedere all’opera i nostri falchi. Ci farà piacere ospitare quanta più gente possibile, e sarà l’occasione giusta per parlare e far parlare ancora di Biccari”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *