Cittadinanza onoraria alla Preside Rosa Manella, che saluta. Sabato 8 Giugno la cerimonia e la festa di fine anno scolastico

All’interno del panorama nazionale delle aree interne, diversi sono gli esempi da seguire per lottare contro lo spopolamento o per sperimentare forme di sviluppo per i piccoli centri. Sui Monti Dauni, a nord della Puglia, non lontano dal tacco dello stivale, un brillante esempio arriva dalla Scuola, e più precisamente dall’Istituto Comprensivo “Monti Dauni” di Celenza Valfortore. Qui la Dirigente è la prof.ssa Rosa Manella, un altro soldato dei Monti Dauni, un’altra voce dei piccoli comuni, una donna energica, convinta che da queste parti può esserci ancora futuro.
Grazie alla sua brillante carriera professionale, partita proprio dai banchi di scuola, offre da anni continui spunti e proposte per rilanciare questi paesi, tutti sotto i tremila abitanti. Lo fa con ricette semplici, ma al tempo stesso utili alla speranza e alla crescita. La Dirigente dell’ISC “Monti Dauni”, che racchiude al suo interno ben 6 plessi (Celenza, San Marco, Carlantino, Motta, Volturara e Volturino), può contare su uno staff intelligente ed esperto, aperto alla buone pratiche della nuova scuola, e che può vantare la nascita di un altro importante strumento utile allo sviluppo: si tratta del Centro Studi “Monti Dauni”, un luogo di sperimentazione e di innovazione, con progetti che partono direttamente da bambini e ragazzi.

Insieme ai docenti, provano a costruire in modo nuovo il territorio, valorizzando al massimo storia e tradizione.
E’ chiaro che questo straordinario progetto non poteva aver vita senza l‘impulso di una Dirigente all’avanguardia, quella donna energica che discute di sviluppo con la politica locale, e a cui va il merito di aver rafforzato l’importante asse Comuni-Scuola che tanto sta facendo bene a questa terra. Nel Settembre scorso a Volturara Appula, insieme ai sindaci della zona, conobbe anche il Premier Giuseppe Conte, con il quale instaurò subito un rapporto di stima e simpatia. Per tutta questa serie di motivi il Comune di Celenza Valfortore sabato 8 giugno, le conferirà un importantissimo riconoscimento, la Cittadinanza onoraria. Un titolo che premia la prof.ssa Manella per essersi distinta positivamente e per essersi impegnata in modo instancabile nell’amore per i Monti Dauni. Alla cerimonia di sabato mattina ci saranno tutti, ma proprio tutti: i suoi docenti, alunni, colleghi, sindaci, parenti e amici. Sarà una data che resterà impressa per sempre nel cuore della Preside, anche perchè nel tardo pomeriggio ci si sposterà a San Marco, dove si festeggerà anche la sua pensione. Oltre alla cittadinanza onoraria, la Dirigente lascia al territorio una interessante Proposta di Legge che presto andrà all’attenzione del Premier Conte, e di cui parleremo più avanti. Intanto onoriamo chi merita. Onoriamo chi crede nel futuro dei Monti Dauni. Perciò, onore a te, Preside, e grazie! (L.D.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *