Da Motta a Vitulazio lo “strano caso” delle Madonne gemelle

Dalla Puglia alla Campania, dalla Provincia di Foggia a quella di Caserta. Dalla Diocesi di Lucera – Troia all’Arcidiocesi di Capua. Attraverso una ricerca delle tradizioni e feste patronali in Puglia, l’appassionato Giovanni Capasso si è “imbattuto” nella festa della Madonna dell’Arco di Motta Montecorvino, venerata insieme al patrono San Giovanni Battista nell’omonima parrocchia nel territorio della diocesi di Lucera-Troia. Ed ecco la “scoperta”.

Con somma meraviglia – riferisce Capasso – ho potuto constatare da una primo riscontro visivo, che essa sembra essere “gemella” di Maria SS. dell’ AGNENA di Vitulazio, venerata ed amatissima patrona nell’ omonima parrocchia nel territorio dell’ Arcidiocesi di Capua in provincia di Caserta“. Dopo aver informato la nostra redazione, l’uomo fa capire che probabilmente lo scultore è lo stesso o uno dei due si è ispirato alla statua del maestro “collega” o appartenenti ad una medesima “scuola”.  

Mi farebbe piacere che sia messo al corrente della cosa il parroco di Motta”, continua Capasso. “Saranno le ricerche storico-artistiche che si vorranno intraprendere, a stabilire quanto siano identiche le due statue. Per adesso e in un prossimo futuro, si può pensare ad un gemellaggio tra i due paesi e le due “Sante Patrone” o “simil” Madonne”, conclude.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *