GAL MERIDAUNIA / Ecco “Idea factory”, per scommettere sui giovani talenti del territorio

Dall’idea di business alla creazione e sviluppo di un’impresa vera e propria. Con questo obiettivo la Regione Puglia, attraverso l’ARTI – Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione, presenta “Idea Factory”  “Estrazione dei Talenti”, che intende potenziare le competenze di aspiranti imprenditori, in modo che le loro start-up abbiano maggiori possibilità di successo. In tutta la Puglia sono 24 le factory, 3 in provincia di Foggia. Nella mattinata di mercoledì 18 presso la sede dell’amministrazione provinciale, è stata presentata alla stampa l’Idea factory che fa capo all’incubatore Idea srl di Candela, e che raggruppa partner importanti come GAL Meridaunia, Confagricoltura Puglia, D-Campus srl, Università del Molise, associazione Terra Promessa, associazione Irsef, consorzio A.a.ster srl di Milano e IA Trade srl. Ad illustrare i contenuti del progetto sono intervenuti l’amministratore di Idea e presidente del GAL Meridaunia, Alberto Casoria, e il coordinatore  dei servizi della Factory, Gerardo Fascia, di San Marco la Catola.
“Noi – spiega Fascia – forniremo una serie di servizi di accompagnamento con il coinvolgimento di elevate professionalità. Questa è una iniziativa che rappresenta un cambio di paradigma a livello generale, finalmente si inizia a capire l’importanza di sostenere il capitale umano più che quello materiale.  Un progetto che farà sicuramente bene alla Capitanata, al sud in generale e ai Monti Dauni, area svantaggiata rispetto al resto della Puglia dove si lavorerà per sviluppare iniziative di impresa in grado di sostenere quei servizi che vanno sempre più diminuendo”.
I potenziali fruitori sono team composti da tre individui di ogni età, non necessariamente disoccupati. La domanda va presentata sulla piattaforma dell’ARTI – Regione Puglia che a sua volta valuterà le domande, e in caso di giudizio positivo, gli aspiranti startupper potranno scegliere tra tutte le factory selezionate, quella che meglio si addice alle proprie aspirazioni.  La durata prevista è di 300 ore per ogni team. La Regione Puglia ha stanziato complessivamente 10 milioni di euro, mentre il sostegno massimo per ogni team è di 24 mila euro. “Questo è un grande progetto, un progetto sensato –  ha aggiunto il presidente di Meridaunia, Alberto Casoria. Per la prima volta formeremo tutti quei ragazzi che hanno delle idee e che vogliono rimanere  sui Monti Dauni o in Capitanata per avviare un’attività imprenditoriale. La forza di questo progetto è l’innovazione. Con Idea Factory mettiamo un altro tassello  con l’obiettivo di facilitare la cultura d’impresa”. Alla conferenza sono intervenuti anche Carla Calabrese ( IRSEF), Antonio Stasi (Terra Promessa) e Maurizio Prosperi (IA Trade Srl). Gli incontri seguiranno ad Orsara di Puglia, mercoledì 25 settembre (ore 17,30 Abbazia Sant’Angelo).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *