MOTTA / Campo Sportivo Comunale ok, ma ora serve una società

Il prato verde non è più solo un sogno, ma una realtà. Il rettangolo di gioco ha ormai preso forma, ed è uno dei gioiellini dell’intero comprensorio. E’ stato rimesso a nuovo dall‘amministrazione Iavagnilio dopo non pochi problemi relativi ad una zona franosa, sensibile al dissesto idrogeologico, sulla quale si è intervenuti in modo deciso tramite la creazione di un muro di contenimento.
All’ingresso del paese, domina una grande insegna luminosa con su scritto: “Stadio Comunale San Giovanni Battista”, accompagnata da un’altra simile all’ingresso delle tribune. Quasi pronte le porte, ultimati gli spogliatoi e l’impianto di illuminazione. Insomma, sembra esserci proprio tutto. Manca solo una società sportiva da cui ripartire, elemento indispensabile se a Motta si vuole tornare a fare calcio in modo serio. L’amministrazione comunale, pilotata dal sindaco Domenico Iavagnilio, ha già fatto sapere in più occasioni di volersi impegnare direttamente per garantire la nascita di un nuovo gruppo sportivo, che potrebbe vedere al proprio interno collaborazioni di più aziende e privati. Presto una riunione per accelerare i tempi. L’obiettivo comune è quello di tornare a giocare già dal prossimo autunno, con l’iscrizione al Campionato di Seconda Categoria Molise.
Pronto a far da garante e coordinatore, oltre al sindaco, è il consigliere comunale Michele Di Iorio, che può vantare un’esperienza ultraventennale nel Foggia Calcio, ricoprendo tuttora l’incarico di responsabile dello Stadio “Pino Zaccheria”.
Di Iorio ha già chiesto una lista di giovani calciatori mottesi, dai più giovani ai meno giovani, e starebbe pensando ad un paio di nomi per il ruolo di allenatore. Ma per ora sono solo idee. L’impressione è che prima della fine dell’estate si saprà di più. A fare la differenza sarà naturalmente il coinvolgimento e l’azione mediatrice dell’amministrazione comunale, oltre che la voglia di giovani e appassionati di tornare a giocare a calcio nel proprio paese. (L.D.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *