“Sogno o son desto?” Iniziati i lavori sulla SP 130

“Sogno o son desto?” è un famoso modo di dire, un’interrogazione retorica che si rivolge a se stessi per esprimere meraviglia, stupore e incredulità.
Ebbene, non c‘è espressione più azzeccata di questa per definire l’inizio dei lavori sulla SP 130, la lunga strada che collega Lucera ai comuni di Alberona e Roseto Valfortore. Un evento quasi storico per il territorio, a giudicare dai tempi lunghissimi per l’apertura del cantiere, avvenuta solo nei giorni scorsi. Uno stato di meraviglia generale, che filtra nelle strade dei borghi, lasciando un deciso alone di positività e speranza. Già, perchè se è vero che la viabilità rappresenta la chiave di volta (e di svolta) per il futuro di questo territorio, è ancor più vero che ora i Monti Dauni possono iniziare a crederci davvero. I finanziamenti relativi alla SP 130 (così come per altre strade della zona) più volte negli anni sono stati annunciati, così come l’inizio dei lavori. Tante primavere dove i cittadini hanno sperato di vedere mezzi a lavoro, ma che si sono rivelate solo illusione. Oggi invece, quel cantiere aperto rappresenta una speranza per tutti. Sarà per questo motivo che il sindaco di Alberona Leonardo De Matthaeis, nei giorni scorsi, con tanto di sorriso stampato sulle labbra, ha postato sui social una foto che ufficializza l’inizio dei lavori, e che senza dubbio rappresenta l’inizio di una nuova stagione per i Monti Dauni. “Sogno o son desto? – ha affermato De Matthaeis – OK, siamo svegli! Dopo decenni di attesa hanno avuto inizio i lavori del 1° lotto sulla SP 130 nel tratto Alberona (Cimitero) – Monte Crocione – Roseto per € 3.000.000.
Il 2° lotto per € 3.500.000 riguarderà invece il tratto Tertiveri – Alberona.
Vogliamo ringraziare per l’impegno profuso il Presidente della Provincia Nicola Gatta e il suo staff tecnico, la Regione Puglia, e soprattutto la grande squadra dei sindaci dell’Area Interna Monti Dauni che da 3 anni ha sposato la fondamentale causa della “viabilità” che oggi vede i primi tangibili risultati sulla 130. E non ci fermiamo qui”
.
E’ evidente che qualcosa quassù sta cambiando. Ma questa volta in meglio. (L.D.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *