VOLTURINO / Santacroce al comizio di ringraziamento: “Chi ha vinto le comunali non ha la maggioranza degli elettori”

Se alle elezioni comunali di un piccolo centro dove vanno al voto circa 1150 persone, con 3 liste opposte, si vince con 492 preferenze (39 in più della seconda lista eletta), significa che non si ha la maggioranza degli elettori, perchè altri 650 cittadini hanno votato altrove.
Un dato elettorale di facile interpretazione, su cui nessuno può discutere.
E’ questo il risultato che emerge dalle amministrative dello scorso 26 maggio a Volturino, che hanno registrato la vittoria della lista civica “Vultur”, capeggiata da Francesco Di Pasqua, nuovo primo cittadino del paese. Un risultato emerso dall‘analisi dell’ex sindaco PD Antonio Santacroce, che Domenica scorsa è voluto scendere nuovamente in piazza per ringraziare i suoi elettori e sostenitori. Chi in campagna elettorale parlava di un grande distacco, di una vittoria con 700 voti e una sonora sconfitta di Santacroce, ha dovuto ricredersi ben presto, dato che l’avvocato ha dimostrato di mantenere gran parte del suo elettorato che cinque anni fa gli ha regalato la fascia tricolore. Hanno pesato a suo sfavore i consensi ottenuti dal gruppo guidato da Emanuela Patricelli, che oggi va all’opposizione proprio con Santacroce e Maria Velardi. Domenica scorsa l’ex sindaco, insieme alla sua squadra, ha innanzitutto ringraziato chi lo ha sostenuto, ed ha augurato buon lavoro alla nuova amministrazione. Senza presunzione, più volte ha detto di aver impiegato diverso tempo per apprendere tutti i complessi meccanismi di una macchina amministrativa, e che si augura che chi ha vinto le elezioni amministri con buon senso.
Ha inoltre ribadito che, seppur registrando una sconfitta, il suo gruppo ha sfiorato al tempo stesso la vittoria. In effetti 39 voti non sono tanti. C’è chi in paese sostiene che con le mosse giuste, Santacroce avrebbe potuto vincere le elezioni con il minimo sforzo. Forse è così, o forse no. Chi può dirlo? I numeri, però, non mentono e parlano chiaro. E a quelli si affiderà l’avvocato, che è già pronto a sedersi all’opposizione con altri due importanti tasselli (Velardi e Patricelli), che insieme formano un trio “da tenere a bada”. Tutti e tre i consiglieri, infatti, vigileranno in modo oculato sull’attività amministrativa, per rispetto di quegli elettori che, di fatto, rappresentano la maggioranza della comunità volturinese.
Nel corso dell’incontro, Santacroce ha fatto anche riferimento alla nostra testata giornalistica, a suo dire “strumentalizzata” da una fazione politica del paese, la quale avrebbe usato un giornale (che, sempre a dire di Santacroce, è un ottimo strumento di promozione del territorio) per prepararsi il terreno per la campagna elettorale. Ebbene, all’ex sindaco rispondiamo che, così come in politica non si finisce mai di apprendere, nella vita non si finisce mai di conoscere la gente, magari perchè, in modo forse illusorio, si crede ancora in quei valori che oggi, forse, non esistono più. Preferiamo non aggiungere altro, non servirebbe. Ha già detto tutto Lei, avvocato, che di certo ha tanti difetti (come tutti). Ma almeno è sincero. Ai consiglieri di opposizione e alla maggioranza tutta, nonostante tutto, buon lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *